atrio

L’ingresso al Museo, caratterizzato da un piccolo chiostro centrale chiuso da una piramide rovesciata in vetro che fa defluire le acque piovane in un antico pozzo, si è trasformato negli anni in uno spazio polifunzionale per il Museo e la Città. Nell’atrio è possibile ammirare alcune sculture di Marino Marini oltre a due gessi monumentali che dialogano in maniera armonica con le tracce di un antico passato; lo spazio si propone come suggestivo luogo di incontro nel quale vengono organizzate perfomance teatrali, concerti, letture e conferenze.